Spagna e solleone: viaggiare assicurati

ElegraficaLeave a Comment

La prima vacanza che ho fatto con il mio attuale marito è stata in Spagna, eravamo ancora fidanzati e come meta delle nostre vacanze abbiamo scelto Barcellona, ma per non soggiornare in centro città, siamo andati in un paesino piccolo sulla costa, precisamente Calella.

Un viaggio molto bello, lungo tutto la costa, con tappa sui Pirenei.
Al mattino al nostro arrivo abbiamo avuto la prima sorpresa della vacanza, l’hotel non era raggiungibile con la macchina, così abbiamo parcheggiato e siamo andati alla ricerca dell’albergo, una volta arrivati li altra sorpresa, non era per niente quello che ci aspettavamo, ovvero un hotel 3
stelle superior, tutto il contrario, ora io ammetto di essere abbastanza schizzinosa quando vado in vacanza, ma poi mi adatto, l’unica cosa che pretendo è la pulizia, ecco diciamo che gli scarafaggi che giravano in bagno non erano dello stesso mio parere.

Dopo una bella litigata con il padrone dell’hotel siamo riusciti a farci dare almeno una stanza decente, e siamo riusciti a proseguire le nostre vacanze, che nel complesso sono state belle, la prima volta che stavamo insieme da soli io, lui e il sole della Spagna.

Ecco appunto il sole, splendente nel cielo alto, in un cielo azzurro sopra le nostre teste, noi giovani e spavaldi che andiamo a spasso per la pineta incuranti dei raggi del sole che filtrano attraverso gli alberi, vorrai mica metterti il cappello no? C’è ombra.

Si certo ombra, finta ombra, i raggi del sole caldo della Spagna passano attraverso i rami della Pineta.
Passeggiata bellissima, ma stancante, il futuro marito comincia a dire di sentirsi un po’ stanco, ok torniamo in albergo, tempo di farsi una doccia e “amore ho freddo.” Freddo? In Spagna? Oggi ci saranno 40 gradi.
Ok calma, non abbiamo un termometro, cosa te ne fai di un termometro in vacanza? Scendo nella hall cercando di farmi capire, ovviamente non parlavano italiano, e seppure l’inglese io lo parli abbastanza, non ricordavo febbre e termometro, alla fine riesco a farmi capire, salgo in stanza. 40 gradi fuori e 40 gradi sulla fronte di Marcello. E ora? Chiamiamo il medico.

Il medico arriva “Senior, è stato Basiato dal Sol”, morale della favola una bella insolazione, e 100 euro nella tasca del medico spagnolo.

Tornati a casa in Italia ho cercato di farmi rimborsare i 100 euro, ma siccome non avevo mostrato i documenti dell’assicurazione, niente da fare, niente rimborso, o meglio mi hanno rimborsato solo 25 euro. Se avessi avuto un’assicurazione come quelle di Allianz Global Assistance, avrei avuto subito il rimborso e un’assistenza adeguata.

Così da allora, ogni volta che viaggiamo lo facciamo assicurati.

(Post sponsorizzato)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.