Bando alla pigrizia, facciamo posto al volersi bene

ElegraficaLeave a Comment

Si vero l’anno è cominciato da ormai quasi due mesi, ma io ho cominciato ora a riorganizzarmi un po’ con l’arrivo di Paolo.

E quest’anno ho scelto di mettere al bando dalla mia vita la parola pigrizia, per fare posto al volersi bene.

Ho iniziato a riprendermi cura di me stessa. Questo non vuol certo dire che d’ora in poi trascurerò la famiglia, ma sono convinta che per la serenità generale sia fondamentale anche la mia.

Ho così deciso di cominciare a curarmi di più, a organizzare meglio il mio lavoro per avere più tempo per i miei figli e per la mia vita.

Certo è difficile conciliare tutto, ma almeno un’oretta al giorno la voglio dedicare solo a me stessa. E in questo nuovo percorso ho deciso di reintrodurre la corsa nella mia vita. La corsa, meglio dire il walking.

Sono sempre stata molto pigra, ho provato diversi tipi di sport ma poi tutti abbandonati per pigrizia, niente scuse era solo pigrizia. Poi però ho cominciato a camminare, e ho scoperto che amo questo tipo di sport, sono capace di macinare chilometri camminando, non mi pesa, certo a velocità normale non correndo, ho provato a fare lunghe passeggiate con mio figlio e mio marito. E già da tempo ho imparato a parcheggiare un po’ più lontano quando posso per camminare.

Mi è capitato di imbattermi per caso l’anno scorso nel gruppo delle #runningformommies un gruppo di mamme che amano la corsa ma non solo, li dentro ci sono mamme come me che hanno ricominciato a volersi bene e si sfidano ogni giorno in una corsa anche contro lo stress e i pregiudizi, mamme che come me corrono con il passeggino, mamme che come me devono e sono riuscite a dimagrire, un bel supporto per confrontarsi e supportarsi a vicenda e mi è venuta voglia di provare a migliorarmi, così l’anno scorso proprio in questo periodo ho inforcato le scarpe da tennis e via a camminare, ricordo ancora una domenica mattina, ho abbandonato marito e figlio, ipod nelle orecchie e via. Ho fatto così un paio di volte, tornando a casa l’ultima volta felice perché ero riuscita a fare uno dei miei tempi migliori per essere l’inizio.
Poi però il giorno dopo mi sentivo strana, e in effetti qualcosa di strano c’era, ero incinta da qualche settimana.

Stroncata così sul nascere la mia carriera di runner walker (esisterà come parola??)
Ma non mi sono persa d’animo e ho continuato comunque a fare lunghe passeggiate anche se ovviamente con altri tempi e altri ritmi.

Ora a un anno di distanza e con un bellissimo bimbo in più, ho deciso di ricominciare. E una sera ho rimollato figli al marito e sono uscita a camminare ed ho così fatto i miei primi tre chilometri camminando veloce.
Stare da sola con i miei pensieri per tre quarti d’ora mi ha rinvigorita e le gambe andavano da sole.

Poi sono uscita ancora una mattina con passeggino annesso, e ho fatto altri tre chilometri a passo sostenuto.

MI sono sentita rigenerata, uscire dalle quattro mura domestiche dopo giorni e giorni di pioggia incessante mi ha fatto davvero bene. 

Ora vorrei cercare di mantenere almeno il ritmo di un giorno si e uno no di uscite mattutine e almeno una a settimana in solitaria alla sera prima di cena.

Può sembrare difficile perché organizzarsi per uscire la sera con due figli non è facile, ma se si ha un marito intelligente e collaborativo che capisce il mio bisogno di rimettermi in forma, non è difficile.

La difficoltà più grossa da superare ora è il maltempo, perché se io da sola posso uscire anche se piove, con il passeggino mi rimane un po’ più difficile, ma non demordo e spero nel meteo.

In più ho deciso di migliorare la mia alimentazione, e avendo qualche (più di qualche..) chilo da perdere, mangiare sano per me diventa ora una necessità.
Per ora non mi sto affidando a un nutrizionista, non voglio fare una dieta ma riscoprire il gusto del cibo, mangiando normalmente evitando il più possibile i piatti pronti ricchi di grassi, prediligendo piatti si già pronti ma realizzati da me.

In questo modo mi risulterà più facile accendere il forno per cuocere le polpette realizzate la domenica e surgelate e uscire a correre. Per poi tornare, fare la doccia e sedermi a tavola con la mia famiglai mangiando un piatto salutare.

E proprio per questo è nato Natura nel Piatto, un sito realizzato da me e Cristiana Calilli proprio con lo scopo di realizzare menù semplici e veloci per aiutarmi nell’organizzazione dei pasti.

Per esempio l’altra sera ho realizzato delle polpettine semplici, le ho infornate e sono uscita. Nei prossimi giorni vi posterò anche la ricetta e la troverete di sicuro nei nostri menù.

Insomma tutto questo per dire che non ci sono scuse, basta volerlo, io sto cominciando non diventerò mai una maratoneta, ma l’impegno a muovermi ce lo metto tutto. Scegliete la corsa, il nuoto, la camminata, il tennis qualsiasi cosa ma riprendetevi cura di voi stesse, non fate sport per diventare qualcuno, fate sport e movimento per amarvi di più.

E se poi mi affiderò a qualche esperto o avete suggerimenti da darmi sono ben accetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.