10Min yoga. Possibile? Lo chiediamo a Claudia Porta

ElegraficaLeave a Comment

In questo blog ho già avuto modo di parlare di Claudia Porta, autrice del blog La Casa nella Prateria, è una delle blogger che seguo da tanto tempo, quest’anno finalmente dopo alcune collaborazioni e chiacchierate via mail e chat, finalmente siamo riuscite ad incontrarci dal vivo al Mamma che Blog, e mi ha raccontato della sua nuova app 10min Yoga.

Photo credits: Claudia Porta – 10min yoga

È stato un incontro molto veloce, perché tutte e due prese dalla frenesia della giornata, e speriamo ci siano altre occasioni per incontrarci con più calma.
Lei era al Mamma che Blog anche per presentare la sua nuova App, 10min Yoga, un’app
che permette a tutti di provare a cimentarsi con lo yoga in soli 10 minuti, ed è adatta anche ai bambini.

Photo credits: Claudia Porta – 10min yoga

Io ne sono entusiasta, anche se non sono un’assidua dello Yoga, con questa applicazione riesco ogni tanto a ritagliarmi appunto 10 minuti e fare un po’ di rilassamento. E la cosa divertente è che si può fare anche con i bambini, si perché lei ha pensato anche a questo, essendo lei mamma e avendo trasmesso la sua passione ai suoi figli è riuscita a fare una sezione dedicata anche a loro, è molto carino vedere Stefano cimentarsi in questa disciplina e ogni tanto devo anche ammettere che quando lo facciamo assieme ci scappano anche delle grosse risate per la nostra goffaggine.
Chissà magari a settembre proverò a dedicarmi anche a un corso vero e proprio, intanto provo a seguire i consigli di Claudia.

Potete scegliere le varie tipologie di lezione da seguire, per il mal di schiena, per il relax per i bambini. E un mini video vi illustrerà esattamente come eseguire ogni posizione, e potete ripeterlo fino a che non l’avrete imparata.

Photo credits: Claudia Porta – 10min yoga

Abbinato all’App c’è anche un mini sito dedicato, dove Claudia risponde alle domande degli utilizzatori dell’app, e accetta suggerimenti per migliorarla, oltre a dare utili consigli per chi si avvicina a questa disciplina.

L’ho contattata e le ho fatto alcune domande, quindi ora lascio parlare lei.

Ciao Claudia, la tua app è veramente molto bella e utile, come sai ti seguo da un po’ e il tuo percorso personale mi ha sempre affascinato molto.
Come sei arrivata ad appassionarti allo yoga? Pensi che se fossi rimasta a vivere in città ti saresti comunque appassionata a questa disciplina?

Sì, ho iniziato a praticare lo yoga quando vivevo a Torino. In un periodo piuttosto difficile, questa disciplina mi sembrava uno spiraglio di luce.
Quanto hanno influito i tuo figli sulla decisione di creare un app dove hai inserito lo Yoga anche per bambini?

Moltissimo. Vedendo il loro interesse nei confronti dello yoga ho pensato di proporlo anche ai figli delle persone che mi seguono in rete.
Photo credits: Claudia Porta – 10min yoga
       E tuo marito ti ha sostenuto in questa idea? Quanto conta il suo supporto nelle tue decisioni lavorative?

Sì, e in questo caso particolare il suo appoggio mi era indispensabile: abbiamo investito del denaro nella realizzazione di questo progetto. Una decisione che poteva essere presa solo in due.
       Usando la tua app mi è piaciuto molto il fatto che si possa interagire approdando a un sito dedicato dove ti si possono fare domande in merito agli aggiornamenti che presto farai. Tieni conto del giudizio del tuo pubblico per fare aggiustamenti?
Assolutamente sì. E tutti i progetti ai quali mi sono dedicata finora (dai libri all’app, passando per la produzione di mei tai) sono nati proprio dalle richieste dei miei lettori.
       Hai finanziato l’app da sola o con degli sponsor? Chi ti ha aiutato per la realizzazione?
No. L’abbiamo finanziata con i nostri risparmi. Per la parte tecnica mi sono rivolta a due amici, conosciuti grazie al web, che si stanno facendo strada lavorando con le loro passioni: Jacopo Santambrogio di Don’t Movie, e Matteo Roversi di Never Give App.
      Un’ultima domanda, non pensi che fare Yoga basandosi solo su un’app e non con un maestro che ti corregga la postura possa apportare danni in caso di errori di postura?
No. Le posizioni sono state accuratamente selezionate e ci vorrebbe davvero tanto impegno per farsi male. Certo, quest’app è solo la punta dell’iceberg. Il suo scopo è far conoscere lo yoga, invogliando le persone ad approfondirne lo studio con l’aiuto di un insegnante.

Grazie 

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.