Prove di indipendenza con Nilox Bodyguard

Elena ValliBLOG, CON I BAMBINI, POST SPONSORIZZATO Comments

Nilox Bodyguard

Indipendenza

Il grande sta crescendo decisamente, siamo già alla fase di scelta della scuola media. Aiuto. Non sono mai stata una mamma troppo apprensiva, gli ho sempre dato fiducia ed è sempre stata ripagata. Fino a quando non è uscita la circolare in cui si obbliga ad andare e riportarli, l’ho sempre lasciato andare a scuola da solo in caso di necessità. È vero che abitiamo molto vicini alla scuola, ma anche fosse stato qualche metro più in la, l’avrei fatto comunque.

Nilox BodyguardUltimamente però sto cercando di renderlo ancora un po’ più indipendente, è vero è facile qui abitiamo in un piccolo paese, e non so in città se farei lo stesso. Ma già da qualche tempo quando ha lezione di Karate lo mando da solo. Lui ha tre lezioni a settimana, due si svolgono nella palestrina vicino a casa e una è in paese, la distanza non è molta, ma ci sono due attraversamenti e una zona che non è proprio il massimo da passare da soli, e per ora lo faccio andare da solo all’andata andandolo a riprendere al ritorno perché è buio.

Nilox Bodyguard

E da quando ho Nilox sono un po’ più tranquilla. Cos’è Nilox Bodyguard? All’apparenza è un semplice orologio, in realtà ha la funzione di cellulare e gps.

Nilox BodyguardIn pratica è il suo primo telefono. Lui non ha interesse ad avere un cellulare tutto suo e anche io per ora non glielo voglio prendere, ha il suo tablet ma ci fermiamo li, se deve comunicare con i suoi compagni per ora può farlo con il mio cellulare.
Con Nilox lui si diverte perché dice che sembra l’orologio delle spie e io sono più tranquilla.

Quando arriva a lezione mi chiama e io so che è arrivato. C’è anche il GPS così posso vedere dov’è.

Funziona tramite APP, ed è molto semplice da impostare.

Tutto quello che si deve avere è una MICRO SIM che supporti le reti 2G, quindi quella di 3 non va bene. La Sim deve essere PIN disable, perché dall’orologio non è possibile sbloccarla non avendo tasti, e avere un piano tariffario voce + dati. Io ho fatto una semplice ricaricabile TIM, per ora l’ho caricata con 15 euro. 

Una volta inserita la SIM e scaricata l’APP per IOS o per Android   

il funzionamento è molto semplice. Aprendo l’APP si associa l’orologio automaticamente, si imposta il nome e da li si caricano tutte le impostazioni.

Si può mettere il numero principale, Master Account, che fa molto figo e infatti Stefano ha detto che è forte che sono Master, fa molto tipo Master Commander.

Poi si possono impostare tutti i numeri che possono essergli utili in caso di necessità e che lui può chiamare con un semplice tasto sul telefono.

Io per ora ho messo il mio, quello di mio marito e di mia sorella, poi ne imposterò altri dello zio e della nonna.

Dall’APP posso chiamarlo tranquillamente e lui può chiamare me. C’è anche la possibilità di inviare SMS.

Ad esempio l’altro giorno l’ha portato anche a lezione di catechismo. È capitato che arrivassi due minuti dopo e lui mi ha chiamata per sapere dov’ero.

Insomma devo dire che per ora a noi in certe situazioni sta tornando molto utile, non lo porta ovviamente a scuola perché non c’è la necessità, ma penso già a quando comincerà ad andare in giro anche in bici con gli amici o a spostarsi, con questo orologio non avrà problemi a chiamarmi.

Un’altra funzione utile è quella SOS tenendo premuto il tasto parte automaticamente una chiamata di emergenza con geolocalizzazione al numero Master.

Credo che lo utilizzerò anche io quando ricomincerò a correre, se non si ha voglia di portare il cellulare è comodo perché non è ingombrante e nelle confezione c’è anche il kit per agganciarlo a una fibbia o a un cordino.

La batteria è ricaricabile e dura almeno 3 giorni. Per spegnerlo dovete utilizzare l’app.