Brooks Ghost 9 fantasmi per correre

Elena ValliBLOG, POST SPONSORIZZATO, SPORT Comments

Brooks Ghost 9

 

Ancora una volta con Brooks per parlarvi questa volta della scarpa giusta per iniziare a passare dalla modalità divano a quella esco e mi muovo un po’.
Della mia nuova passione ormai si sa già, anche se questo inverno mi ha messa alla prova, perché tra raffreddore e influenza ahimè sono riuscita a correre poco, ma non demordo e presto tornerò a uscire.

Si sa che dopo il reggiseno perfetto, la scarpa è un’altra delle cose fondamentali da scegliere per iniziare a fare running, ma anche a camminare veloce. Di certo non potete pensare di uscire a farvi 2-3 km di corsa o walking con le scarpe rasoterra. Ho visto cose, amiche che dopo aver corso con scarpe inadeguate mi dicevano che avevano i piedi distrutti. E ci credo.

Brooks Ghost 9Sulla scarpa da running non ho mai badato a spese, perché ritengo i miei piedi siano troppo importanti per trattarli male, e ho sempre usato solo scarpe da corsa scelte con cura.

Può fare veramente la differenza tra un “non correrò mai più in vita mia” a un “vorrei uscire tutti i giorni”.

La scarpa perfetta

La scarpa perfetta è quella che non senti.
E finalmente ora ho trovato anche la scarpa perfetta. Non lo dico solo per preferenza, ma da quando ho iniziato a utilizzare le Ghost 9 , ho cominciato anche a correre di più.

Brooks Ghost 9Quando esco io non corro sempre, alterno corsa e camminata veloce, perché il mio sovrappeso ancora non mi permette di correre di filato, e ci vuole tempo prima che io mi faccia fiato e resistenza. Ho iniziato con un minuto di corsa, alternato a un minuto di camminata, ora con le Ghost 9 che sono molto più ammortizzate, e quindi mi permettono di avere una spinta maggiore e più leggerezza riesco a fare anche due minuti di fila sentendo meno fatica, e i miei piedi a fine corsa ringraziano.

Brooks Ghost 9

Correre con le Ghost 9 è come farlo con due fantasmi ai piedi, non le senti e ti danno una leggerezza veramente fantastica.

Sono senza cuciture, e con maglia traforata, in modo da non dare fastidio e permettono un’ottima traspirazione del piede. E soprattutto attutiscono i colpi ricevuti e mantengono il piede ancora più in equilibrio, per me che ho anche l’alluce valgo una vera scoperta.

L’intersuola è realizzata con un materiale esclusivo il BioMoGo DNA, un’esclusiva della calzature Brooks, alta 24mm nella zona del tallone e 12mm nella zona dell’avampiede, per fornire un’ammonizzazione massima.

La rullata, ovvero il passaggio del peso del corpo dal tallone alla punta è garantita dalla tecnologia Omega Flex Grooves: nella parte posteriore vi è un profondo solco che dal tallone corre fino al mesopiede, mentre la parte anteriore della suola, realizzata in gomma soffiata per ottimizzare il peso, è percorsa da tre intagli a croce, che la rendono morbida e flessibile.

Una scarpa che vi consiglio se come me siete all’inizio e non sapete cosa scegliere, se avete paura di sbagliare, con queste scarpe andate sul sicuro.

E poi sono proprio belle da vedere, quindi soddisfano anche il mio lato estetico.

E ora non avete più scuse, alzatevi da quel divano e cominciate a muovervi, e se volete riscaldarvi andate a dare un’occhiata anche al calendario dell’avvento più sportivo che c’è.

CALENDARIO DELL’AVVENTO LA VIA PER I CANDITI