Il Bosco del Chignolo e il Cavaliere di Bard

Elena ValliBLOG, CON I BAMBINI, NOI IN GIRO2 Comments

Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-9
“…Alla quarta luna dell’anno, durante il mese di Aprile che fa germogliare i fiori, Bard con lo gnomo si recò nella zona dell’Orsa chiamata Ariete e lì incontrò lo Sparviero e lo conobbe imparando come lui a lasciar vagare libero lo spirito nel cielo. Il Pino gli raccontò la storia di quelle terre quando rocce scoscese si precipitavano sul mare e con le sue radici si attaccava a quei sassi nudi una volta percossi dai flutti…”
Il Bosco del Chignolo
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-7
Ho sempre molta voglia di viaggiare, ma in questo periodo siamo fermi per vari motivi, ma non perdiamo la nostra voglia di scoprire luoghi meravigliosi anche vicino a casa. Abito in Brianza e anche facendo una breve passeggiata dietro casa trovo luoghi piacevoli e rilassanti. Domenica avevamo voglia di portare i bambini a prendere un po’ di questo tiepido sole che ancora ci accompagna e ho scoperto un Bosco che in tutti questi anni ancora non avevo mai visitato. Il Bosco del Chignolo, è a Triuggio all’interno del percordo della Valle del Lambro. Ammetto che in tutti questi anni non ne avevo mai sentito parlare, poi mio marito l’ha trovato un giorno facendo un giro in bicicletta.

Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-1
Siamo stati trasportati immediatamente in un’atmosfera fiabesca, complice la luce autunnale che traspariva attraverso i rami dei grandi pini, mi aspettavo da un momento all’altro di trovare davvero qualche folletto e cavalieri d’altri tempi. E chissà forse li ho visti davvero.
Mi è venuta voglia di fiabe e leggende antiche, di quelle storie che ti trasportano in un mondo lontano, fatto di cavalieri e principesse, di draghi e spade.
E in effetti poco più avanti abbiamo scoperto che il Bosco del Chignolo è realmente terra di leggende, è il bosco del Cavaliere di Bard.
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-3
Il bosco riprende nei suoi punti cardine un’orsa, si mischiano così leggende e mitologia, con i simboli dell’astrologia.
Mi sono ritrovata bambina, quando leggevo i libri con storie di antichi cavalieri e mi immedesimavo completamente nella storia, immaginando di essere io stessa un cavaliere che combatteva i draghi, si non sono mai stata una principessa..
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-6
Narra infatti la leggenda che Bard trovandosi per caso nella radura magica, si innamorò di una fanciulla speciala, ma il padre della ragazza era di fede Cristiana, e non avrebbe mai permesso a un Longobardo, reo di aver sottomesso i cristiani durante le guerre di conquista del Nord Italia, di sposare sua figlia, ma Bard non si arrese e provo comunque a chiedere in sposa la ragazza. Il padre accettò solo a condizione che Bard riuscisse a scrivere un canto che gli avrebbe permesso di parlare con gli animali e di essere quindi più vicino a Dio. Inizia così l’avventura di questo cavaliere, raccontata nei vari cartelli che si trovano lungo il percorso, e che permettono a chi lo visita di accompagnare i bambini in una fiaba meravigliosa, per conoscere gli animali che abitano il bosco e allo stesso tempo di divertirsi fingendo di essere loro stessi gnomi o cavalieri.
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-4
“C’era una volta un cavaliere della corte della Regina Teodolinda che si chiamava Bard.
Oltre che essere un valoroso cavaliere, sapeva suonare con abilità il liuto e componeva canzoni e poesie con cui allietava le feste della corte longobarda, che si svolgevano nei castelli e nei palazzi, durante i rigidi e nebbiosi inverni che avvolgevano le lande e i fiumi attorno a Monza.
Un giorno seguendo il corso del Lambro si inoltrò a cavallo nella Valle Cantalupo.”
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-10
La fiaba è costellata da citazioni che insegnano il rispetto e l’amore per la natura. Una fiaba antica che ci riporta però all’attualità, impariamo dallo gnomo a non volere troppo perché non serve a nulla avere tanti soldi se il nostro cuore no è ricco di passione e creatività.
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-8
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-gnomi
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-folletto

Folletto

“Sei stupido”, mi disse lo gnomo, “se vuoi l’oro basta che tu me lo chieda, ma ricordati che con l’oro potrai comperare la bellezza di una donna ma non il suo amore, il lavoro dei  servi ma non il loro cuore né la loro passione, né la loro creatività, la casa ma non la sicurezza.”

 

Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-1a copia

Credo di aver trovato i folletti del bosco..

Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-11

 

“Dopo quella volta, per 12 lune, andai nella radura e mi insegnò il segreto per parlare con gli animali.
Mi spiegò che sopra il bosco era come distesa la grande costellazione dell’Orsa Maggiore e che noi avremmo visitato le dodici stelle dell’Orsa, che avevano lo stesso nome dei dodici segni dello Zodiaco.”
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-orsa
“Cosi Bard, il cavaliere, per lunghe 12 lune, andò nella radura e imparò a parlare con gli animali e a guardare dentro le piante. Quando arrivò la dodicesima luna, Bard aveva appreso il segreto che consentiva di parlare agli animali, di comandarli, e di guardare dentro alle piante. “
Alla fine Bard impara a rispettare l’ambiente che lo circonda e a parlare con gli animali, ma come va a finire la leggenda lo dovrete scoprire da soli, e se proprio non riuscite a farlo di persona, qui potete leggerla per intero.
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-ingresso
Insomma se avete voglia di miti e leggende il Bosco del Chignolo è quello che fa per voi.
La passeggiata non è difficile e fattibile anche con un passeggino adatto ai terreni un po’ sconnessi e comunque adatto anche ai bambini piccoli. In alcuni punti del bosco ci sono anche delle aree di sosta, comode per fermarsi a rilassarsi e anche per fare una merenda, ricordatevi però di non lasciare in giro rifiuti.
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-cartelli
C’è anche un percorso ciclabile e dei posteggi per le biciclette. Sicuramente ci torneremo d’estate e ci addentreremo per scoprire altri segreti di questo luogo incantato.
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-pista-ciclabile
Se invece volete sapere la storia reale di questo bosco è raccontata nel sito dedicato.
L’area era inizialmente una distesa di coltivazione di frumento, gli antichi proprietari decisero di impiantare un vivaio di Pini “strobo” che dovevano essere destinati alla macerazione per la produzione della carta, durante la crescita però l’industria si è modificate e i pini non servivano più e il bosco era destinato all’estinzione. Nel 1989 l’amministrazione comunale decise di acquisire il patrimonio, dopo alcuni anni in cui tutto rimase sospeso, finalmente qualcuno decise di prendersene cura e il Chignolo è stato trasformato in questo luogo “magico, dove bambini e adulti potessero riconciliarsi con la natura” sta a noi ora mantenere questo bosco così com’è senza rovinarlo e insegnando il rispetto ai nostri figli.
Bosco-del-chignolo-leggenda-bard-meridiana-12
Informazioni utili per raggiungere il Bosco del Chignolo le trovate qui
Bosco-del-Chignolo

La mappa per raggiungere il Bosco del Chignolo

:

2 Comments on “Il Bosco del Chignolo e il Cavaliere di Bard”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *