Le nostre vacanze economiche in Toscana

Elena ValliBLOG, CON I BAMBINI, Gallery, GRAFICA E DESIGN, IDEE WEEKEND, LA MIA VITA Comments

Come fare le vacanze economiche in Toscana

Le nostre vacanze ormai sono finite da un po’, siamo partiti a fine luglio e già da settimana scorsa ormai, mio marito è tornato al lavoro, però quest’anno abbiamo fatto delle vacanze davvero belle. E soprattutto economiche, siamo stati in Toscana e siamo riusciti a spendere meno di quello che avremmo speso in hotel.
Come? Ve lo spiego qui.

Spiaggia di Principina Mare

Tramite un’amica abbiamo affittato a un prezzo economico un appartamento a Grosseto, a circa 12 chilometri dalle principali località marittime della Maremma, Principina Mare e Marina di Grosseto. Insomma una buona base di partenza per visitare questo splendido paesaggio Toscano.
Eravamo stati li già un paio di anni fa, e in quell’occasione avendo solo Stefano e già un po’ più grande abbiamo girato di più, quest’anno ci siamo limitati ma sempre girovagando un pochino, non perché con un bambino di 9 mesi non si possa viaggiare, ma avevamo bisogno di ricaricare anche un po’ le pile e rilassarci. 
Come dicevo Grosseto è una buona base di partenza se si vuole visitare la Maremma e andare al mare. E già tre anni fa ve ne avevo parlato come Meta preferita dei miei viaggi.

Campagna di Grosseto

Partire con un neonato può sembrare faticoso e dispendioso, ma con un po’ di organizzazione si può fare, e anche in appartamento, all’inizio ero un po’ scettica avevo paura si sarebbe stancato troppo, o meglio, che noi ci saremmo stancati troppo, ma alla fine non è stato così. Uscivamo al mattino presto organizzati come da non credere per una come me, preparavo appena sveglia la pappa e la mettevo in un contenitore termico, in un’altra borsa mettevo acqua, ghiaccio, il pranzo e la merenda per noi e stavamo fuori tutto il giorno, certo non abbiamo vissuto la movida serale, ma ci siamo divertiti anche così approfittando della sera per recuperare quel tempo che durante l’anno fugge sempre via, anche se quest’anno ho deciso di ritagliarmi più spesso questi momenti con la mia famiglia anche durante l’anno.
Un gioco in scatola, realizzare insieme i braccialetti, sere d’estate scandite solo dai ritmi lenti e felici.

Tornando all’organizzazione il passeggino è stata la nostra arma di salvezza, come potete vedere, lo caricavamo all’inverosimile e devo dire che ha retto molto bene, considerando il doppio passaggio e che anche con Stefano ne ha passate di tutti i colori.

Aggiungi didascalia

Per risparmiare abbiamo fatto la spesa il primo giorno di vacanza valutando tutte le offerte migliori del supermercato e prendendo prodotti a lunga scadenza, cercando di mangiare fuori solo qualche volta e senza rinunciare al gusto abbiamo risparmiato e abbiamo speso la stessa cifra che avremmo speso se fossimo stati a casa.

Vista dalla spiaggia attrezzata Le Dune di Principina Mare

La nostra meta preferita per il mare quest’anno è stata Principina Mare, una piscina dove anche Paolo ha scoperto per la prima volta il mare e si è divertito tantissimo e io mi sono emozionata a vedere quanto ha amato giocare con la sabbia e l’acqua, scoprire per la prima volta quei minuscoli granelli misteriosi, e poi lunghe dormite sotto l’ombrellone adattandosi alla vita da spiaggia con ombrellone e teli mare portati da noi.

A mezzogiorno risalivamo dalla spiaggia facendo i tanto amati Pic-Nic di Stefano, nella splendida Pineta adiacente alla spiaggia, che faceva da cornice alle nostre passeggiate e dove il piccoletto si è fatto delle belle dormite al fresco e Stefano si divertiva a fare il fotografo, o prendevamo un trancio di pizza nella vicina pizzeria d’asporto.

Chiesetta in Pineta, foto realizzata da Stefano

La spiaggia di Princina Mare è molto bella, il mare è pulito e adatto ai bambini in quanto il fondale è basso per molti metri, ci sono sia spiagge libere molto larghe e pulite sia spiagge attrezzate a pagamento, i costi sono nella norma per il periodo estivo e se si riesce a trattare si può arrivare anche a un buon prezzo. Noi abbiamo fatto un po’ di spiaggia libera con il nostro ombrellone e un paio di giorni a pagamento, il bello delle spiagge libere è che sono vicine a quelle attrezzate  per cui se si vuole andare a fare una doccia appena usciti dall’acqua non bisogna percorrere troppa strada sulla spiaggia.

Una delle zone che mi è piaciuta di più di è la Spiaggia dei Pescatori, una spiaggia con tante capanne realizzate con i Drift Wood, i legni levigati dal mare che di giorno possono diventare delle capanne per i piccoli pirati.

Spiaggia di Principina Mare
Spiaggia dei Pescatori

Subito dopo la spiaggia inizia il Parco della Maremma, un parco naturale protetto, dove anche quest’anno siamo stati a fare una gita in bicicletta o meglio in Tandem, per andare si entra da Alberese, dove c’è la possibilità di parcheggiare li e poi prendere i pullman che portano direttamente nell’area protetta, o entrare in macchina attendendo il proprio turno, perché l’ingresso è limitato. Una volta parcheggiato c’è la possibilità di noleggiare le biciclette, in questo caso noi abbiamo preso un Tandem e una bicicletta, e girare liberamente per il parco o seguire dei percorsi guidati che spiegano le meraviglia naturali di questa zona. Se non si ha voglia di girare però, si può anche godere semplicemente della splendida spiaggia libera.

Parco dell’Uccellina, foto realizzata da Stefano
Parco dell’Uccellina

Una regola fondamentale è il rispetto del parco e della natura, ci sono tanti cartelli che spiegano come dividere i rifiuti e come non sprecare le risorse.
E se siete fortunati potrete fare anche dei simpatici incontri, chissà magari aspettava il piccolo Principe che dite?


Una volta finite le nostre vacanze abbiamo deciso di fare tappa a Firenze, abbiamo parcheggiato algirando solo durante la mattinata perché poi il caldo cominciava a farsi sentire troppo, e abbiamo deciso che ci torneremo in primavera, per girare più con calma.

Alba della nostra partenza
Foto fatta da Stefano
Il mio piccolo fotografo

Così siamo risaliti in macchina e cercando un posto dove fermarci per pranzo, non so bene come siamo finiti al Lago di Brasimone, un lago artificiale incastonato nelle montagne Bolognesi, una tappa quasi da ridere perché ormai eravamo abbastanza stanchi e pensavamo di esserci persi in zone disperse, scendiamo dalla macchina e entriamo in questa trattoria che a vederla così non gli daresti due lire, e invece abbiamo scoperto poi essere meta di personaggi dello spettacolo, e dove si mangia davvero davvero bene, purtroppo non ricordo il nome, credo fosse l’Hotel Italia. 

E il lago è un gioiellino incastonato in questa montagna, a 800 metri d’altezza con acque cristalline e zone picnic e camper attrezzate.

Lago Brasimone

Una bella vacanza insomma anche spendendo poco.