Scaricabile di compleanno floreale

ElegraficaBLOG, GRAFICA E DESIGN, SCARICABILILeave a Comment

Scaricabile di compleanno floreale

Oggi è il mio compleanno numero 37. Eh si non ho paura a dire la mia età, anche perché io mi sento ancora giovane, giovane dentro di spirito. Non mi fa paura invecchiare se questo vuol dire acquisire nuove esperienze e consapevolezze.
Sette anni fa festeggiavo il mio trentesimo compleanno con un pancione di 4 mesi e di li a poco sarei diventata mamma per la prima volta, un anno esatto fa oggi andavo a fare la prima ecografia di quel semino che oggi è il mio splendido secondo bambino. Due bimbi sempre sorridenti e curiosi. Le gioie della mia vita.

Ma oggi non è solo il mio compleanno, è un giorno di rinascita per tutto il mondo, la natura si risveglia e le giornate sono sempre più lunghe e anche se da domani danno pioggia non importa, io vi voglio regalare un po’ di allegria da tenere sempre a portata di vista. Per svegliarsi ogni mattina e ricordarsi che nonostante tutte le difficoltà che possiamo incontrare durante il nostro cammino la primavera arriva sempre, e prima o poi i fiori sbocciano ovunque.

 

Da qualche anno so anche che il 21 Marzo è una giornata ancora più speciale(si può dire? Io lo dico), perché è la giornata mondiale della Sindrome di Down, e l’ho scoperto
grazie a Barbara mamma di Killò. Un bellissimo bambino biondo come sua sorella e come i miei bambini. Proprio lei qualche giorno fa ha lanciato un appello. Vorrebbe raccogliere le nostre storie che raccontano #losguardodeglialtri.

Spesso io mi sono sentita addosso lo sguardo degli altri, in adolescenza mi ha comportato non pochi problemi di autostima, mi sentivo sempre osservata perché non ero magra, per il mio naso storto. Ora ho imparato a fregarmene e a valorizzare i miei difetti con un sorriso.

Ammetto però che io faccio parte di quelli che guardano con curiosità i bambini come Killò. Perchè si ammetto che mi capita di lanciare uno sguardo curioso quando incontro persone come lei, famiglie come lei.

Penso a quanta forza può avere una mamma, penso alla forza di tutte le mamme, penso a quel bellissimo bambino con il gel, che vorrei spatocchiare tutto, come i miei bambini.

E il mio sguardo è quello di una mamma che umilmente ammette di non trovare le parole per esprimere i suoi pensieri, perché ha sempre paura di dire la parola sbagliata.

E vorrei dire a Barbara che il mio sguardo se le capiterà di incontrarlo non sempre è uno sguardo che giudica, ma è quello di una mamma che si sente in difficoltà e non sa come comportarsi di fronte alla diversità, e allora quello che mi sento di dirti, cara Barbara è che quando incontrerai il mio sguardo sarà quello di una mamma come te. Con tanto amore e tante domande che aspettano risposte che forse non arriveranno mai.

Non sono bravissima con le parole, ma vorrei che il fiore che vi regalo oggi ti porti colore come quello che stai portando tu nelle nostre vite.

E questo post lo dedico anche a una cara amica che non sta passando un momento bellissimo ma sono sicura che si riprenderà presto la sua parte di felicità.