E io dove stavo? Le domande dei bambini

Elegrafica Comments

Una domanda che richiede una giusta risposta. Da quando Stefano ha saputo che è in arrivo un fratellino, spesso mi chiede dove è il fratellino, come ha fatto a entrare e insomma tutte le domande e le curiosità di un bambino piccolo che si chiede “E io dove stavo?”.
Così ho chiesto aiuto alla mia amica libraia di Libri e Giochi, e mi sono fatta consigliare un buon libro per soddisfare tutte le curiosità del seienne.

E mi ha consigliato “E io dove stavo?” un libro che spiega molto bene e senza troppi giri di parole, ma con linguaggio adatto ai bambini dai 3 anni, da dove veniamo.
Lo racconta con un racconto delicato partendo da un abbraccio molto molto molto affettuoso tra mamma è papà che è l’inizio della storia.

Partendo dagli spermatozoi che nuotando dentro la mamma hanno incontrato un ovulo. (Ammetto che la parte dove dice che gli spermatozoi sono usciti dal papà l’ha fatto ridere come non mai per almeno una mezzora e andava in giro ripetendo che i viscidini sono usciti dal papà…)

Prosegue con un illustrazione semplificata del corpo dell’uomo e della donna, spiegando brevemente l’apparato riproduttivo, poi come è cresciuto lo spermatozoo dividendosi in cellule, fino a spiegare perché siamo fatti così e come nascono i gemelli, l’aspetto del feto nella pancia della mamma, come respira il feto, a quanti mesi si cominciano a sentire i primi calcetti, cos’è il sacco amniotico e a cosa serve.

Fino ad arrivare al momento della nascita e dell’arrivo in famiglia del fratellino o della sorellina.

Il mio bambino è stato molto contento di queste spiegazioni chiare e semplici e ogni tanto se lo riguarda anche da solo.

Ve lo consiglio vivamente anche se non aspettate un bambino, è sempre utile spiegare ai nostri bambini come sono arrivati.

Il libro si intitola “E io dove stavo?” ed è edito da Editoriale Scienza.